Chi sono

IMG_4585Sono nata a Torino, dove vivo, e dove ho studiato filosofia, ma anche storia e inglese. Nella mia città e altrove come libraia, redattrice,  traduttrice e, ora, ufficio stampa ho sempre lavorato nel mondo dei libri e della cultura umanistica, in particolare negli ambiti del pensiero e della scrittura delle donne, della filosofia e della teologia, delle religioni, della bioetica e della laicità, della psicologia e della letteratura, dell’arte e dello spettacolo.

Ho cominciato come libraia presso la libreria universitaria torinese “Bookstore”, dove curavo una sezione di libri scritti da donne e dove ho organizzato la mia prima presentazione: il primo volume della Comunità filosofica femminile Diotima, Diotima. Il pensiero della differenza sessuale, La Tartaruga, con Luisa Muraro e Laura Lepetit.

Per circa un decennio, insieme alla Libreria delle Donne di Milano, ho coordinato “Parola di Donna” – poi diventato “eDizionidiDonne” –,  progetto nazionale, ideato da Anna Maria Crispino della rivista “Leggendaria” e Roberta Mazzanti della collana “Astrea” di Giunti, per la partecipazione dell’editoria delle donne a fiere del libro nazionali e internazionali, dal Salone del Libro di Torino alle International Feminist Bookfairs di Barcellona e Amsterdam, passando per la Fiera della piccola editoria di Belgioioso e Galassia Gutenberg a Napoli, nonché per la Fiera Itinerante dell’Editoria e dei Libri di Donne ad Ancona, Catania e Carbonia.

Sono stata redattrice e, soprattutto,  traduttrice editoriale, saggistica e letteraria, con una maestra d’eccezione, Anna Nadotti, a cui devo in larga misura la fortuna di aver prestato le parole della mia lingua madre ad autrici come Kate Millett, Anita Desai ed Edith Wharton. Ho tradotto per Kaos, Edizioni e/o, La Tartaruga, Claudiana, EDT, L’Argonauta, Museo d’arte contemporanea di Rivoli, Garzanti, Lindau, Einaudi e tenuto seminari e lezioni di traduzione e revisione del testo tradotto per le edizioni Lindau – Il Quadrante e l’agenzia di servizi editoriali e giornalistici Alicubi.

Più o meno continuativamente, negli anni, sono anche stata lettrice editoriale, autrice di recensioni e articoli e co-conduttrice di una trasmissione di segnalazioni librarie in onda su Radio Torino Popolare, “Il Segnalibro”. Sono inoltre brevemente passata per la Libreria delle Donne di Roma, le agenzie torinesi Stilema e Word for Word, l’editrice milanese La Rivisteria-Strumenti Editoriali, il Salone della Musica di Torino

 

 

DSCF4302Dal 2001 la mia attività è soprattutto quella di ufficio stampa, il che, a un certo punto, ha fatto di me una giornalista pubblicista.

Come ufficio stampa ho cominciato presso la più che centocinquantenaria editrice protestante Claudiana, per cui, oltre a promuovere volumi, collane e qualche iniziativa, scrivo testi, dalle schede per i librai e le pubblicità alle quarte di copertina.

Dall’anno della fondazione, il 2006, seguo inoltre la comunicazione della Scuola di Alta Formazione Filosofica di Torino, che la “Grande Guida Università” di Repubblica include tra le dieci scuole di eccellenza italiane. Diretta dal filosofo-assessore alla cultura Ugo Perone e gestita dal Centro Studi Filosofico-religiosi “Luigi Pareyson”, vi hanno insegnato alcuni dei più grandi pensatori viventi, da Jean-Luc Marion a Ágnes Heller, da Emanuele Severino a John Searle.

_10P3604Curo inoltre la promozione stampa e la comunicazione – tanto a livello locale quanto nazionale – di convegni, conferenze, presentazioni, rassegne, mostre, spettacoli teatrali e concerti per realtà medio-piccole, enti, piccoli editori, centri studi e associazioni culturali o singoli scrittori, studiosi, artisti…

In quest’ambito ho avuto il piacere di collaborare con le edizioni Laksmi e l’Associazione-Compagnia Gruppo del Cerchio, con la drammaturga Carola Benedetto e l’attrice Susanna Paisio, l’Associazione italo-indiana-Istituto Sadhana e la “grande vecchia” Carla Perotti, l’Associazione Segni dagli Orizzonti e il pittore-filosofo Stefano Faravelli, l’Associazione per l’arte Phanés, la filosofa Francesca Rigotti
 

 

Infine ho una certa esperienza nell’ideazione e nell’organizzazione complessiva di piccole iniziative culturali quali incontri, tavole rotonde e convegni.

_MG_0216 copia